Blog ##bullismoitalia


Come verificare l'autenticità di una foto o immagine?? Continua a leggere....

Comunicato importante su alcuni fatti spiacevoli che sono successi ultimamente, dove sono coinvolti altri Presidenti di associazioni No profit, se avete un problema con loro, perchè tirare in mezzo noi???

Fortissima partecipazione al nostro evento,è stato stupendo vedere i passanti fermarsi incuriositi e poi partecipare attivamente è stato uno dei momenti davvero speciali,GRAZIE PALERMO!!!

Siamo felici è onorati di aver ricevuto la risposta al nostro invito.

Ringraziamo calorosamente il Presidente della Regione Sicilia il Dott. Sebastiano Musumeci per aver risposto al nostro sollecito di partecipazione all'evento, anche se impossibilitato a partecipare, ha comunque trovato il tempo per risponderci.

Marianna Mary Giraldo Paravati la Mamma coraggio che da tempo denuncia a più non posso, ma perchè non li ascoltano? Perchè vengono ignorati? Dobbiamo aspettare che la cronaca ci sbatta in faccia un altro gesto estremo??? Di seguito le dure, ma giuste parole della Mamma.....Ci Auguriamo che tutto si risolva il più velocemente possibile

Essere vittima di bullismo da parte di un collega o datore di lavoro può portare a sentimenti di rabbia, dolore, paura, umiliazione e isolamento. Tutte queste emozioni possono avere un effetto negativo sulla salute mentale e possono anche portare a ansia o depressione. Se sei preoccupato per te stesso o una persona cara che è vittima di un prepotente sul posto di lavoro, ecco alcune informazioni che potrebbero aiutarti.

Intervista al nostro Presidente Giuseppe Di Lorenzo sulla Blue Whale Challenge

Momo è l'immagine del profilo di un numero di telefono con un prefisso dal Giappone, risponde con macabre previsioni del futuro o indovina le informazioni personali e ti invia linee guida personalizzate .

Charlie Charlie Challenge è allarme per il gioco che conquista i più piccoli. Ancora non è finito il contrasto al triste gioco del Blue whale che si profila un'altra macabra intrusione nella vita di giovanissimi. Dopo lo spettro dell'induzione al suicidio o atti di autolesionismo suicidio ora arrivano gli spettri veri. Quelli evocati dal cosiddetto Charlie Charlie challange.

Breve riassunto di quello che stà accadendo e le accuse rivolte a noi fino a portare ad avere una segnalazione alla Polizia Postale e delle Telecomunicazioni di Trento

Ecco a voi la chat su Whatsapp di questo presunto "Curatore", e sinceramente non sò come abbia fatto a raggiungermi visto che io non ho mai usato il mio numero di telefono.