Blog ##cyberbullismo


"Cyberbullismo, l'epidemia non ha fermato i soprusi" Intervista a Giuseppe Di Lorenzo Presidente di Trentino Vivo - Associazione Nazionale Contro il Bullismo

I libri sono da sempre la mia grande passione: trovo che la lettura sia un mezzo meraviglioso per viaggiare con la fantasia, sognare, ridere, ma anche per pensare e riflettere.

Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo. (17G00085) (GU Serie Generale n.127 del 03-06-2017)note: Entrata in vigore del provvedimento: 18/06/2017

Martina ed Erika sono due ragazze poco più ventenni, che hanno dovuto affrontare un fatto sgradevole su instagram.

Questo cari signori è quello che stò passando in questo periodo, buffo eh.... Un presidente di un associazione contro il bullismo e cyberbullismo vittima proprio di Cyberbullismo

Casi di cyber-bullismo sono diventati ormai comuni, soprattutto sui social media. E il fatto che la maggior parte delle persone pensa che la pubblicazione da un account anonimo andrà via con esso lo rende ancora più comune.

Quando le molestie sfociano in attacchi dannosi, puoi segnalare questi attacchi e il contenuto verrà rimosso. In altre occasioni, gli utenti possono essere semplicemente fastidiosi o malevoli, in questo caso è meglio ignorarli.

Chiunque, anche se minorenne, potrà chiedere ai gestori dei siti internet la rimozione o l'oscuramento di contenuti che costituiscano oggetto di cyberbullismo: lo prevede la legge.

I social network toccano il fondo con This Crush, la brutta copia di Ask. This Crush è un social network che permette di postare, anche in forma anonima, dei messaggi sulla bacheca di un utente. Fin qui nulla di "strano", d'altronde questa era una dinamica già nota agli utilizzatori di Ask.

Lʼallarme lanciato dagli investigatori è concreto: la lotta al terrorismo non può passare dai server della Sony.

Un troll, nel gergo di internet e in particolare delle comunità virtuali, è un soggetto che interagisce con gli altri tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, con l'obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi.

Abbiamo provato questa applicazione, ma quale pericolo si nasconde dietro? Quale è il suo vero scopo? Sara davvero così utile? Scopriamolo insieme.....